• it
  • en

News

 
Flexo Digital & Packaging 2000

Flexo Digital & Packaging 2000

Flexo Digital & Packaging 2000

Flexo Digital & Packaging 2000

Flexo Digital & Packaging 2000

Flexo Digital & Packaging 2000

Flexo Digital & Packaging 2000

Flexo Digital & Packaging 2000

Sfoglia la rivista e abbonati per ricevere la copia cartacea!

Sfoglia la rivista e abbonati per ricevere la copia cartacea! - Flexo Digital & Packaging 2000
Flexo Digital & Packaging 2000 è il periodico di riferimento per il settore della rotocalco, della flessografia, del digitale e del packaging.

E' rivolta a: Stampatori flessografici, rotocalco, a utilizzatori di macchine e materiali per la stampa, sacchettifici, etichettifici, film per l'industria del packaging.

Success at "K" 2016 for BFM

Success at "K"  2016 for BFM - Flexo Digital & Packaging 2000

 

 

 Successo al  "K" 2016 per BFM

L'ultima edizione della kermesse di Düsseldorf ha fatto registrare a Bfm ottimi risultati sia in termini di visitatori e contatti commerciali, sia per il successo riscosso dal nuovo prodotto presentato in questa occasione: la “Sirio”, una macchina a 6 colori STACK TYPE progettata per la stampa su diversi materiali plastici per imballaggio ma dimensionata anche per materiali cartacei.

La macchina può essere utilizzata in linea con estrusore o bobina -bobina. I gruppi stampa orizzontali sono dotati di racle a camera chiusa con possibilità di auto allineamento. Lo sviluppo stampa va da un minimo di 300 mm a un massimo di 1200 mm, ed è disponibile nelle seguenti larghezze: 800-1000-1200-1400-1600, con la possibilità di realizzare incorsature: 6+0 -5+1 – 4+2 – 3+3. La macchina realizzata è composta da svolgitore per bobine con caricamento bobina tramite bracci idraulici e con asse motorizzato ,gruppo stampa a 6 colori con asse controstampa motorizzato, macinazione elettrica e inchiostrazione pneumatica; il gruppo di asciugatura è composto sia da intercolor che da cappa di asciugamento con possibilità di riscaldamento elettrico o gas, calandra di tiro doppio passaggio con cilindri raffreddati, asse motorizzato ed infine avvolgitore per bobine con asse motorizzato e con scarico bobina tramite bracci idraulici.

 

Success at  “K"  2016  for  BFM

           The latest edition of the Düsseldorf event recorded in Bfm excellent results both in terms of visitors and business contacts, both for the success of the new machine presented on this occasion: the "Sirius", a 6 colors STACK TYPE printer, designed for a wide range of plastic materials but suitable for some papers materials as well. The machine is available in line with the extruder, or “reel to reel”. The printing groups, placed horizontally, are provided with closed chamber “doctor blade”, with self-alignment option. The repeat length range is wide: min. 300 mm and max. 1200 mm; the possible printing width are 800-1000-1200-1400-1600 mm, and changing the web paths it is possible to print both sides: 6+0 - 5+1 – 4+2 – 3+3. The unwinding unit is provided with hydraulic loader for reels and motorized tension control; each printing group is provided with motorized printing cylinder (this is the core of the upgrade), electrical ink grinding and pneumatic inking supply; in the drying system there are both intercolors fans and drying tunnel – the energy source can be electrical or gas; the nip roll section has an independent motor and chilled rollers; and finally the winder is motorized and provided with hydraulic unloader for reels.

 

www.bfm.it

 

 

 

 

Creatività e tecnologia, i due cuori di Pixartprinting

  Il futuro all’insegna della continuità e dell’internazionalizzazione

 Dicembre 2016 Il cambio ai vertici di Pixartprinting, che ha visto la nomina di Paolo Roatta a Managing Director e Alessio Piazzetta nel ruolo di Plant Manager, si conferma all’insegna della continuità nella strategia che ha permesso al W2P veneziano di affermare negli anni la propria leadership. Un passaggio di testimone che – come nell’estroverso stile dell’azienda – è stato ufficializzato alla stampa unitamente alla presentazione dei risultati, degli investimenti in programma e delle strategie future.

Negli ultimi anni abbiamo registrato una crescita continua a doppia cifra con tassi di profitto elevati. – afferma Alessandro Tenderini, CEO di Pixartprinting fino allo scorso 31 ottobre – I nuovi manager del CdA sono stati scelti per garantire una coerenza con il percorso storico e con il DNA di una realtà unica nel suo genere, introducendo al contempo nuove idee e competenze che arrivano da esperienze in altri settori”.

La ricetta del successo di Pixartprinting si basa su intuizioni strategiche e operative che le hanno permesso di reinventarsi continuamente, come racconta Paolo Roatta: “Il cuore dell’azienda è composto da due parti: la produzione & tecnologia che si fonde perfettamente con il marketing & sales, i cui battiti sono sincronizzati per dare vita a nuove soluzioni in grado di anticipare le richieste del mercato.

Innovazione di prodotto

La sinergia perfetta tra realtà produttiva e marketing è la leva competitiva su cui si fonda il business model di Pixartprinting. L’innovazione di prodotto, ottenuta grazie all’implementazione continua della produzione, è al centro di questa strategia e permette di aggiungere continuamente nuove linee di ricavo che alimentano il percorso di crescita. Realizzare prodotti personalizzati in quantitativi sempre più ridotti a prezzi paragonabili a quelli delle alte tirature, permette di intercettare una domanda che prima non esisteva e di raggiungere clienti che non immaginavano di poter accedere a questo tipo di offerta. “La capacità di creare nuovi mercati ci dà la libertà di determinare i prezzi e di ottenere marginalità interessanti che possono essere reinvestite al fine di consolidare i trend di crescita che registriamo da tempo. – illustra Roatta – Considerando che sul lato della domanda la conversione da tradizionale a digitale è avvenuta solo in minima parte e i volumi di stampa che copriamo rappresentano qualche punto percentuale rispetto al 100% del mercato globale, ci troviamo di fronte a un ‘Blue Ocean’, ovvero a un potenziale enorme da sviluppare nel prossimo futuro. Per muoversi in questa direzione intendiamo continuare a lavorare sul prodotto, sincronizzando le nuove proposte con strategie di marketing sempre più evolute”.

Espansione internazionale

L’imprinting dell’azienda consiste nel mantenere il focus sul cliente, soprattutto in un mercato sempre più affollato. Se nel 2000 Pixartprinting è stata pioniera di un cambiamento epocale, proponendosi per prima in Italia come web-to-print puro, oggi lo scenario è molto cambiato e ci sono numerose realtà che operano online. Per mettere in campo un modello di gestione del business che consolidi l’espansione internazionale è necessario giocare una partita diversa. Questo è l’obiettivo del nuovo management, come spiega Paolo Roatta: Intendiamo espandere il nostro modello vincente non solo in Italia e nei Paesi in cui siamo già leader come Spagna e Portogallo, o ai primi posti come in Francia, ma anche nel resto d’Europa e oltre, puntando su mercati con grandi potenzialità”. Questa prospettiva di sviluppo fa leva sul reparto produttivo di cui la tecnologia costituisce la spina dorsale, oggi sotto la regia di Alessio Piazzetta, nuovo Plant Manager.

Innovazione tecnologica

L’innovazione tecnologica in Pixartprinting è animata da uno spirito diffuso in azienda a tutti i livelli orientato alla continua ricerca di qualcosa di nuovo. Quando si intravedono opportunità per accrescere la competitività, c’è una fortissima spinta a implementare nuove soluzioni, analizzando tutte le proposte presenti sul mercato e molto spesso reingegnerizzando tecnologie standard per adattarle alle esigenze specifiche. È noto che i sistemi che costituiscono il parco macchine aziendale non hanno più di tre anni di vita, proprio grazie al continuo rinnovamento.

Di recente, ad esempio, abbiamo deciso di dotare l’installato offset di sistemi con tecnologia UV Led per l’essicazione degli inchiostri. – attesta Piazzetta – Stiamo inoltre approfondendo le nostre competenze nel taglio laser e in altre tecnologie innovative proprio per adottare soluzioni che ci permettano di anticipare i tempi ed essere sempre più competitivi”.

Partnership strategiche

Una grande eredità che intendiamo consolidare è l’eccezionale capacità di Pixartprinting di strutturare il business costruendo partnership strategiche con i fornitori. – sottolinea Piazzetta – Skill che fa leva sull’innovazione tecnologica e si basa sull’abilità di individuare soluzioni efficaci innescando una reciproca scommessa sul futuro, sia con produttori di macchinari sia di materie prime”. Un’esperienza riconosciuta a livello globale da Cimpress, tanto che lo stabilimento di Quarto d’Altino, che occupa una superficie di 27.000 mq, è considerato Pilot Plant del Gruppo, ovvero la sede dove implementare e introdurre nuove tecnologie e processi da sviluppare e portare a maturazione per poterli esportare in altri siti produttivi del network.

Marketing evoluto

Nella realtà dai due cuori anche il marketing, analogamente ai reparti produttivo e finanziario, si alimenta di tecnologia, innovazione e passione. “Il fatto che un’azienda produttiva italiana come la nostra possa vantare al proprio interno un reparto marketing che ad oggi conta 40 addetti rappresenta un’anomalia positiva che si traduce in un vantaggio competitivo importante” - espone Andrea Pizzola, Sales & Marketing Director Pixartprinting. “Perseguiamo una strategia di marketing olistico con la creazione di strumenti e contenuti estremamente evoluti e fortemente orientati al web, finalizzati a targettizzare i nostri clienti e tutta la base utenti che entra in contatto con noi”.

Il Gruppo Cimpress

Fare parte di un network globale come Cimpress ci offre l’opportunità di beneficiare delle economie di scala di una realtà più ampia, che si traducono in vantaggi per i nostri clienti”. – asserisce Piazzetta. Un plus della global company è la possibilità da parte delle aziende che ne fanno parte di mettere reciprocamente a disposizione tecnologie implementate nei rispettivi siti produttivi dislocati in tutto il mondo e know-how acquisito dai diversi team dando vita a uno scambio proficuo di competenze. Creare un’infrastruttura condivisa a livello worldwide è una premessa che consente al nuovo management di Pixartprinting di affrontare il futuro con prospettive proiettate verso opportunità di crescita sempre più ampie.

 www.pixartprinting.it

 

 

 

 

 

Lecta presenta la gamma completa di prodotti GardaMatt

Lecta lancia un nuovo catalogo con le carte patinate opache GardaMatt Art, GardaMatt Ultra e GardaMatt Smooth
 
Concepito come un omaggio a una gamma di carte ideali per la stampa commerciale e l’editoria, il nuovo catalogo GardaMatt ruota attorno ai temi della completezza e della perfezione, con fotografie che evocano tali concetti. Le stesse immagini sono stampate sui tre supporti per confrontare i diversi risultati di stampa: GardaMatt Art, GardaMatt Ultra e GardaMatt Smooth.    
 
GardaMatt Art è una carta patinata con finitura opaca ad alta brillantezza di stampa; GardaMatt Ultra è una carta patinata opaca ad alto spessore con superficie ruvida mentre GardaMatt Smooth si caratterizza per la superficie eccezionalmente liscia e l’elevato grado di bianco.  
 
Con questa gamma, Lecta ribadisce la propria volontà di offrire prodotti di alta qualità per soddisfare le esigenze specifiche di ogni lavoro di stampa.
 
Il Gruppo Lecta è uno dei maggiori produttori e distributori di carta patinata senza legno per l’editoria e la stampa commerciale, di carte speciali per etichette e per il packaging flessibile e di altri supporti di stampa ad alto valore aggiunto.  
 
Con una vasta gamma di prodotti innovativi, ambientali e adatti a molteplici utilizzi finali, Lecta è uno dei principali fornitori di carta in tutto il mondo.


www.lecta.com 

Una flexo per tutti

Novembre 2016


All’indomani della premiazione della seconda edizione del BestInflexo, alla quale hanno partecipato circa 200 persone tra stampatori e fornitori,  si è svolto a Bologna il FlexoDay 2016, appuntamento annuale per la comunità della flessografia, che con più di 400 partecipanti effettivi ha superato ogni aspettativa e la stessa affluenza record dello scorso anno.
Grande attesa e grande partecipazione anche quest’anno al Flexo Day 2016, ormai imperdibile appuntamento della comunità flessografica italiana e non solo. Numerosi, infatti, anche quest’anno gli ospiti stranieri tra relatori, che hanno illustrato interessanti testimonianze e semplici partecipanti interessati all’evento.
Sotto il profilo dei contenuti tecnici ATIF ha presentato il prodotto di alcune attività svolte durante l’anno dal Comitato tecnico,  al quale partecipano consulenti di Atif e tecnici delle imprese associate: un intervento sul CxF, il formato digitale di descrizione e comunicazione del colore che sarà anche oggetto di un documento di prossima pubblicazione ed i contenuti dell’ultimo lavoro edito da ATIF, il doc 08 “Nastri biadesivi per il montaggio delle matrici flessografiche”, distribuito gratuitamente a tutti i partecipanti del FlexoDay 2016.  Obiettivo di quest’ultimo documento è di illustrare e rendere comprensibili  tutte le informazioni relative al vasto mondo dei biadesivi per la flessografia in modo che l’utilizzatore ne possa trarre i benefici migliori in produzione.  
La prima parte della mattina ha visto anche il contributo di Steve Smiley, membro del comitato ISO TC130 e collaboratore di FTA USA, che ha  parlato di cosa significa stampare in gamut esteso nel mondo del packaging e dei vantaggi che ne derivano.  L’ultimo intervento per  ATIF ha riguardato il trattamento delle emissioni in atmosfera illustrato evidenziando le opportunità che ne derivano per gli stampatori. Infine alcune case histories  dell’Associazione Flessografica Olandese, del Gruppo Clondalkin sull’esperienza nella produzione di imballaggi flessibili e dell’azienda Toppazzini, vincitrice del Bestinflexo 2015 nella categoria cartone ondulato banda larga, che ha presentato il percorso aziendale che le ha consentito di raggiungere ottimi risultati qualitativi.
Il filo conduttore degli interventi dei tre relatori sponsor, KODAK, SUN CHEMICAL E UTECO, è stato il tema della sostenibilità e dell’innovazione. Tutte le relazioni sono pubblicate sul sito www.atif.it – Sezione FlexoDay2016.
Oltre ai tre  sponsor/relatori  hanno supportato l’evento 3M, AV FLEXOLOGIC, BIESSSE, DIAVEN, EDIGIT, ESKO, ETS, FUJIFILM, INCIFLEX, I&C, INGLESE, LOHMANN, MAVIGRAFICA, ROSSINI, SIMONAZZI, TECNOLOGIE GRAFICHE, TESA E ULMEX.
www.atif.it


 

  • [an error occurred while processing this directive]
  • Invia a un amico
[an error occurred while processing this directive]