• it
  • en

News

 
Flexo Digital & Packaging 2000

Flexo Digital & Packaging 2000

Flexo Digital & Packaging 2000

Flexo Digital & Packaging 2000

Flexo Digital & Packaging 2000

Flexo Digital & Packaging 2000

Flexo Digital & Packaging 2000

Flexo Digital & Packaging 2000

Flexo Digital & Packaging 2000

Sfoglia la rivista e abbonati per ricevere la copia cartacea!

Sfoglia la rivista e abbonati per ricevere la copia cartacea! - Flexo Digital & Packaging 2000
 

Flexo Digital & Packaging 2000 è il periodico di riferimento per il settore della rotocalco, flessografia, digitale e del packaging. Tratta argomenti quali: macchine, attrezzature e prodotti per la stampa di materiali flessibili, carta, cartone, cartoncino, e di trasformazione per la produzione di etichette autoadesive, film, per l'industria del packaging, inchiostri a solvente e a base acqua. stampatori flessografici, rotocalco, utilizzatori di macchine e materiali per la stampa, sacchettifici, etichette, film per l'industria del packaging.

   Flexo Digital & Packaging 2000 is the reference magazine for the sector of gravure, flexo, digital and packaging. The magazine deals with machinery, equipment and products for the printing of flexible materials, paper, cardboard, paper, and processing for the production of self-adhesive labels, films, for the packaging industry, solvent-based inks and water-based. The magazine targets are: printers flexographic, gravure, users of machines and materials for printing, bag manufacturers, labels, films for the packaging industry.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

BOBST PUNTA SULL'INNOVAZIONE

BOBST PUNTA SULL'INNOVAZIONE - Flexo Digital & Packaging 2000

 

Ha avuto grande risonanza l'evento organizzato da Bobst Italia e dedicato all’innovazione nella stampa rotocalco: la due giorni consacrata all’innovazione nella stampa rotocalco intitolato "Extending the scope, new technologies for gravure" (Ampliare il campo di applicazione, nuove tecnologie per la rotocalco) si è svolto l'11 e il 12 maggio 2017 nello stabilimento di Bobst Italia, a San Giorgio Monferrato.

Un programma davvero interessante e una regia ben orchestrata dell’evento hanno saputo mettere in evidenza come l’azienda si collochi all’avanguardia dell’innovazione grazie all'evoluzione costante della propria gamma di prodotti. La parte tecnologica dell'evento è cominciata in mattinata in una location nelle colline del Monferrato.

Michele Vitiello ha dato il benvenuto ai partecipanti che hanno poi assistito a due presentazioni dedicate a macchine e servizi. Dopo una veloce panoramica sulla gamma di soluzioni rotocalco BOBST, Giovanni Caprioglio, Direttore Commerciale della Linea di Prodotto rotocalco e accoppiamento di Bobst Italia, ha sottolineato le due aree principali di miglioramento della rotocalco RS 6003C HS: un sistema di essiccazione di nuova concezione e la rivisitazione dei sistemi di inchiostrazione, tutti sviluppati tenendo conto di quattro imperativi: prestazioni, ergonomia e sicurezza, sostenibilità ambientale e risparmio energetico. Un impegno costante in termini di innovazione ed eccellenza è stato il filo conduttore anche della presentazione di Julien Laran, Responsabile Supply Chain & Operations e di Mathieu Robyr, Responsabile Technology Deployment della Business Unit Services di BOBST. BOBST Services continua a incrementare la propria capacità allo scopo di meglio servire i clienti utilizzatori di macchine a bobina. Nell'ambito di un programma di trasformazione in tal senso, nei prossimi 3-4 anni è previsto un aumento di oltre il 50% del personale tecnico. Al centro dell'offerta di BOBST Services c'è l'assistenza ai clienti, mirata ad aiutarli a mantenere ad un livello ottimale la produttività delle macchine installate, e nel corso di quest'Open House sono stati presentati nuovi e innovativi servizi relativi alla connettività delle macchine che hanno riscosso grande interesse.

Nuove applicazioni di monitoraggio da remoto consentiranno ai clienti di controllare in tempo reale la produzione e i tempi di fermo macchina. Potranno accedere e analizzare i dati relativi alla produzione in qualsiasi momento e ovunque si trovino, attraverso dispositivi mobili come smartphone, tablet e computer.

Dopo pranzo, i partecipanti si sono trasferiti nello stabilimento di Bobst Italia, dove le porte si sono aperte sullo scenografico allestimento predisposto per la dimostrazione della rotativa rotocalco RS 6003C HS a 9 colori, in luce 1300 mm.

 

   BOBST POINTS TO INNOVATION 

 

   The event organized by Bobst Italia and dedicated to innovation in rotogravure printing has had great resonance: Extending the scope, new technologies for gravure” was held on 11th and 12th May 2017 at Bobst Italia, in San Giorgio Monferrato. Indeed the company put together an exciting and dramatic programme to demonstrate its advantage in leading innovation through constant evolution of its product range. The technology part of the days started mid-morning at a location in the Monferrato hills, where Michele Vitiello greeted participants before the delivery of two presentations on equipment and services. After a quick overview of the BOBST gravure product range, Giovanni Caprioglio, Sales & Marketing Director, Gravure and Lamination Product Line, Bobst Italia, pinpointed the two main areas of improvement in the latest configuration RS 6003C HS gravure press. These included a new dryer technology and revisited inking systems, which have been developed along four main requirements of performance, ergonomics & safety, environmental sustainability and energy savings. A presentation of BOBST Services given by Julien Laran, Head of Supply Chain & Operations and Mathieu Robyr, Head of Technology Deployment, was also very focused on the pursuit of innovation and excellence. BOBST Services is enhancing its capabilities to serve web-fed machine customers more rapidly. As one part of a transformation program, the technical personnel workforce will be increased by over 50% over the next 3-4 years. At the core of the BOBST Services offer is provision of support to customers to keep productivity at an optimum level and during the Open House, new, innovative and connected services were demonstrated to the enthusiastic audience. New monitoring Apps will help customers to remotely monitor their production or machine downtime across all machines on the shop floor in real time. Production data can be accessed and analyzed at any time and from anywhere, using mobile devices such as mobile phones, tablets or computers. After lunch, the participants moved to the production plant of Bobst Italia, where the action began with the doors opening on an engaging setup to showcase a 9-color RS 6003C HS gravure press, 1300 mm in print width.

 

www.bobst.com

 

 

 

 

INNOVA GROUP SEMPRE IN CRESCITA

INNOVA GROUP SEMPRE IN CRESCITA - Flexo Digital & Packaging 2000

 

L'azienda registra una crescita continua grazie all’aumento della produttività e agli investimenti in tecnologia ed efficientamento: di questo e di altro si è parlato nel corso dell'evento organizzato presso lo stabilimento di Innova Group stabilimento a Caino (BS). I tre Amministratori Diego, Luca e Stefano Pedrotti insieme alla madre Giuliana, vedova del fondatore Giovanni Pedrotti, hanno incontrato i giornalisti per condividere i risultati economici raggiunti nel 2016 e per svelare i piani in programma per il 2017. Luca Pedrotti ha illustrato i traguardi economici più rilevanti. Nel 2016 si registra una crescita del 9% circa rispetto all’anno precedente. Il fatturato aggregato si è infatti assestato intorno ai 110 milioni di euro (il fatturato consolidato, invece, è quasi 77 milioni di euro). Questo risultato è stato ottenuto da una parte grazie all’aumento della produttività che ha permesso di abbassare i prezzi sul mercato sbaragliando la concorrenza, dall’altra grazie alla maggiore commercializzazione dei prodotti speciali di nicchia che, soprattutto all’estero, hanno incrementato notevolmente le vendite.

 

 

   INNOVA GROUP ALWAYS GROWING

The company recorded steady growth thanks to increased productivity and investments in technology and efficiency: about this and others were discussed during the event organized at the Innova Group plant in Cain (BS). The three Directors Diego, Luca and Stefano Pedrotti together with her mother Giuliana, widow of the founder Giovanni Pedrotti, met journalists to share the economic results achieved in 2016 and to unveil plans for 2017. Luca Pedrotti illustrated the most important economic targets . In 2016 there was a growth of about 9% over the previous year. The aggregate turnover amounted to around 110 million euros (consolidated turnover, however, was almost 77 million euros). This has been achieved on the one hand thanks to the increase in productivity which has allowed lower prices on the market by eliminating competition, on the other hand due to the greater marketing of special niche products which, above all, have increased considerably sales.

 

www.innovagroup.it

 

L'Hotel Westin Palace, ha ospitato il convegno "Il Piano industria 4.0"

L'Hotel Westin Palace, ha ospitato il convegno "Il Piano industria 4.0" - Flexo Digital & Packaging 2000

Dalle ultime novità al nuovo progetto della Federazione”, condotto e moderato dalla giornalista Luisella Costamagna.

 Industria 4.0: la via italiana parte dalle filiere industriali

 

L’incontro organizzato dalla Filiera della Carta e della Grafica per fare il punto sul Piano nazionale.

Annunciato il varo di un Comitato scientifico che studierà scenari, informerà e assisterà le imprese

Per l’industria del futuro il percorso sulla strada dell’interconnessione è irreversibile. Il Piano Nazionale Industria 4.0, con gli sgravi fiscali in esso previsti per le imprese che investono in processi produttivi fondati sulla rete e sulla condivisione dei dati, rappresenta un’azione di rottura, propedeutica non semplicemente all’acquisto di nuove attrezzature, ma finalizzata al salto competitivo e gestionale delle aziende. 

Il tema è stato affrontato dagli industriali della Federazione della Carta e della Grafica, riuniti il 30 maggio a Milano.

        Insieme, i costruttori di macchine di ACIMGA, gli stampatori e converter di ASSOGRAFICI, i produttori di carta cartone e paste per carta di ASSOCARTA sono uniti nella Federazione che è già, ragionando in termini di filiera industriale, in piena sintonia con lo spirito del nuovo paradigma industriale, come ha evidenziato il presidente Pietro Lironi. Occorre adesso uno sforzo di consapevolezza, di coraggio e di visione: un Comitato scientifico in seno alla Federazione studierà in tempi brevi le modalità tecniche e gli scenari per favorire l’attuazione del Piano 4.0 da parte degli associati, ha annunciato Lironi, che ha lanciato un messaggio preciso: “Dobbiamo crederci e rischiare, gettando lo sguardo oltre i tempi fissati delle incentivazioni e investendo con particolare attenzione nelle competenze e nelle risorse umane, patrimonio prezioso che non possiamo più permetterci di lasciar andare via dall’Italia, trascinando con sé energie progettuali e creatività”.

L’esperto di UCIMU Enrico Annacondia (l’Associazione dei costruttori di macchine utensili, che ha preso parte al lavoro tecnico di elaborazione del Piano Industria 4.0)  ha evidenziato alcuni punti caratteristici del programma di agevolazioni, grazie al quale il Governo punta a imprimere una forte spinta all’innovazione del nostro sistema produttivo, attraverso la connessione a Internet, la condivisione di grandi quantità di dati, per dar luogo a produzioni su misura del singolo cliente realizzate grazie a macchine connesse fra loro e dotate di intelligenza autonoma. “Non è necessario essere big company - ha avvertito Annacondia -: l’iperammortamento (che per le produzioni conformi ai criteri 4.0 arriva al 250% dell’investimento) va sfruttato anche e soprattutto dalle PMI, puntando a efficienza, qualità e internazionalizzazione”. Lo strumento legislativo, è stato precisato, fornisce i mattoni necessari a realizzare l’architettura 4.0, ma non il modo per combinarli.

Il docente di Gestione della Tecnologia e dell’Innovazione dell’Università Bocconi, Enzo Baglieri (che sarà nel Comitato scientifico della Federazione al fianco di Enrico Barboglio, di Stratego Group, ha segnato le coordinate del percorso che gli industriali italiani devono affrontare, innanzitutto di carattere culturale: “La sfida tecnologica, a differenza del passato, non si vince solo con l’investimento nell’asset, ma con la comprensione delle sue potenzialità - ha detto Baglieri - La via italiana, in base alle caratteristiche morfologiche e culturali delle nostre imprese, passa attraverso le filiere industriali, che saranno lo snodo per consentire ai vari attori del sistema di interagire per rispondere alle esigenze dettate dal nuovo paradigma 4.0: interoperabilità, virtualizzazione, decentralizzazione, capacità di risposta in tempo reale, modularizzazione e orientamento al servizio”. Sono concetti complicati solo in apparenza, perché già in buona parte costituiscono patrimonio delle PMI italiane, vincenti proprio per la loro abilità e flessibilità, un po’ meno per la capacità di fare sistema. Ed è questa la vera sfida a cui chiama Industria 4.0, che richiederà assetti organizzativi meno rigidi, nuove figure professionali accanto alla riconversione di quelle esistenti e la capacità di gestire la transizione senza perdere la flessibilità tipica delle nostre imprese. Sfida rispetto alla quale la Filiera della Carta e della Grafica presenta carte in regola e determinazione adeguata per giocare un ruolo da protagonista.

www.federazionecartagrafica.it

 

 

BESTINFLEXO 2017, le novità.....

BESTINFLEXO 2017, le novità..... - Flexo Digital & Packaging 2000

Maggio 2017


E’ partita con alcune novità la campagna di promozione del premio alla qualità di stampa flessografica Bestinflexo 2017.
Alla sua terza edizione il premio alla qualità di stampa flessografica continua a puntare sulle novità per stimolare e coinvolgere in misura crescente la comunità flessografica italiana nell’ambito di questa iniziativa che ha lo scopo di valorizzare la qualità di stampa italiana e di rendere merito alle indubbie eccellenze del settore.
La Giuria che si occuperà della valutazione dei lavori inviati dagli stampatori sarà composta quest’anno da molte new entries: Adalberto Monti - Docente e Consulente Tecnico di Stampa, Massimiliano Corelli - Responsabile Ufficio Acquisti Imballi Orogel e Wim Buyle Vice Presidente FTA EUROPE affiancheranno Claudio Rimondi, Responsabile Packaging Prodotto a Marchio Coop, veterano di questa commissione che ha confermato la sua presenza per trasferire l’esperienza acquisita nelle prime due edizioni.
Un premio alle aziende di prepress: alla serata di premiazione verrà consegnato un attestato di riconoscimento anche all’azienda di prepress che avrà contribuito alla vincita del lavoro (1° premio) per ciascuna delle categorie previste dal bando.
Un premio ai buyer: nella categoria Best in Show, oltre al prepress sarà premiato anche il buyer.
Best Student in Flexo: grazie alla partnership con Enipg, Ente Nazionale per l’Istruzione Professionale Grafica (ente patrocinante sin dalla prima edizione) verrà premiato uno studente che si sia distinto in attività legate alla stampa flessografica. La a scelta tra le candidature prevenute dalle scuole sarà affidata alla Commissione Education di ATIF coordinata dal Consigliere Marco Gambardella (Bioplast).
Un riconoscimento alla carriera: Last but not least da quest’anno sarà assegnato un premio alla carriera. “Ci è sembrato giusto pensare ad un riconoscimento particolare da attribuire a coloro che nel tempo si sono adoperati per far crescere questo settore, per promuovere la tecnologia flexo e diffondere la conoscenza”, afferma Sante Conselvan, Presidente di ATIF. “Attori importanti nel nostro settore ce ne sono tanti ci sarà solo l’imbarazzo della scelta”.
FUJIFILM, I&C, KODAK, LOHMANN, ROSSINI, SIMONAZZI e UTECO sono le aziende che ad oggi hanno confermato il supporto al Bestinflexo. Il premio Best Student in Flexo sarà sostenuto da BIOPLAST.
Il bando Bestinflexo è disponibile sul sito www.atif.it
Per ulteriori informazioni ATIF – info@atif.it –

 

  • [an error occurred while processing this directive]
  • Invia a un amico
[an error occurred while processing this directive]